Cerca
Close this search box.

Ecommerce B2B caratteristiche e tipologie 

Advertisement

Sommario

Tra le varie tipologie di siti web, una delle più interessanti è rappresentata dall’ecommerce. Il mondo dell’ecommerce, tuttavia, contiene al suo interno molte sfaccettature che è utile conoscere se si sta pensando di intraprendere un’attività di vendita online. Le differenze riguardano soprattutto le parti coinvolte nella compravendita, ovvero il venditore e l’acquirente di un prodotto o servizio. Molto spesso si parla in maniera generica di ecommerce, ma è giusto sapere che ci sono alcune tipologie specifiche come, ad esempio, gli ecommerce B2B.

Cos’è un ecommerce B2B

L’ecommerce B2B, acronimo di “Business-to-Business”, è un modello di ecommerce in cui le transazioni commerciali avvengono tra due aziende.

In altre parole, un’impresa che vende prodotti o servizi a un’altra impresa attraverso una piattaforma online. È bene specificare che, comunque, venditore e acquirente possono essere anche due professionisti, entrambi in possesso di partita IVA.

L’ecommerce B2B si distingue dal B2C (Business-to-Consumer) perché, a differenza di quest’ultimo, non mira ad esaudire il bisogno o l’impulso di un singolo acquirente. Piuttosto, punta a soddisfare precise esigenze aziendali, rispondendo a logiche di commercio più complesse e articolate. 

Ecommerce b2b

Le caratteristiche principali

La caratteristica principale dell’ecommerce B2B è quella di semplificare il processo di acquisto e vendita tra aziende. Grazie a questa modalità, le società possono connettersi tra loro, effettuare ordini online, gestire il proprio inventario, monitorare le spedizioni e molto altro ancora. In questo modo, la transazione diventa più efficiente e conveniente per entrambe le parti.

Inoltre, l’ecommerce B2B consente una maggiore coordinazione tra fornitore e acquirente. L’acquirente può informarsi sui prodotti e sui prezzi offerti dal fornitore e decidere quale prodotto acquistare. Il fornitore, dal canto suo, ha la possibilità di monitorare l’andamento delle vendite e di migliorare la gestione dell’inventario.

Un’altra caratteristica importante dell’ecommerce B2B è quella di offrire un’ampia gamma di prodotti e servizi per soddisfare al meglio le diverse esigenze aziendali. L’offerta dei siti ecommerce B2B è spesso sviluppata in modo da adattarsi sia alle piccole realtà aziendali che ai grandi brand.

Tra i tanti possibili esempi, uno abbastanza calzante in questo contesto può essere quello di SEOZoom. Come puoi vedere tu stesso, gli abbonamenti di SEOZoom partono dal piano Lite al costo di poche decine di euro al mese fino ad arrivare al Corporate al costo di diverse centinaia di euro al mese.

Esempio ecommerce B2B piani SEOZoom

Ecommerce B2C e B2B: le differenze

L’ecommerce B2B è spesso utilizzato per la vendita di prodotti o servizi più costosi rispetto al B2C o che necessitano di contratti complessi. Infatti, il B2B di solito ha cicli di vendita molto lunghi, richiede molti contatti con i clienti e necessita spesso di un alto livello di personalizzazione del prodotto o del servizio in base alle esigenze dei clienti.

Nell’ecommerce B2C, invece, le aziende vendono direttamente ai consumatori finali. Questo tipo di ecommerce ha un ciclo di vendita molto più breve e spesso richiede un approccio di marketing di massa. Tuttavia, solitamente la concorrenza è elevata e il costo di acquisizione del cliente può essere notevole. Inoltre, i consumatori finali richiedono spesso un’esperienza di acquisto facile e veloce, che richiede un sito web ottimizzato e un’esperienza utente eccellente.

Un’altra differenza tra B2B e B2C è il prezzo dei prodotti. Il B2B spesso utilizza contratti e offerte personalizzate, il che significa che il prezzo dei prodotti o dei servizi può variare in base al volume degli acquisti o ad altri fattori di personalizzazione. Questo tipo di prezzo dinamico non è possibile nel B2C, dove i prezzi devono essere fissi per tutti i clienti.

Anche le tecniche di marketing differiscono notevolmente tra B2B e B2C. Nel B2B, i venditori spesso utilizzano tecniche di marketing inbound, come la creazione di contenuti di valore per i clienti e la gestione di un blog aziendale. Nel B2C, invece, il marketing inbound di solito non funziona, a causa della grande concorrenza presente. Per questo motivo, il B2C si basa spesso su tecniche di marketing outbound, come la pubblicità online o offline.

Il B2B si distingue dal B2C anche per:

  • Un target di pubblico più ristretto 
  • Le informazioni sui prodotti che sono generalmente più tecniche e dettagliate
  • I prezzi che possono variare sensibilmente in base alla grandezza dell’ordine
  • L’accesso al listino prodotti / servizi che, in alcuni casi, è riservato agli utenti registrati

B2B ecommerce: le varie tipologie

L’universo del commercio elettronico B2B include, a sua volta, diverse tipologie di siti ecommerce. Vediamo le principali.

B2B2C

La modalità B2B2C (business-to-business-to-consumer) coinvolge un’azienda che offre i propri prodotti ad un’altra azienda, che a sua volta li vende ai consumatori finali. In questo caso, l’azienda è l’intermediario tra la B e la C, fornendo i prodotti direttamente ai consumatori. Questa strategia è particolarmente efficace per le aziende che producono beni di largo consumo e che vogliono essere presenti sul mercato online in modo efficiente. Il vantaggio di questo modello è che le aziende non devono gestire la logistica o il supporto al cliente così come nel modello B2C.

Produttori

I produttori sono tra le categorie che sfruttano maggiormente le piattaforme di commercio B2B. I piccoli produttori che, ad esempio, fabbricano su larga scala le componenti finite di auto o elettrodomestici, possono venderle direttamente ai grandi marchi. 

Vendita all’ingrosso

Un’altra tipologia di B2B ecommerce è quella della vendita all’ingrosso. In questo modello, le aziende acquistano grandi quantità di prodotti direttamente dal produttore a prezzi scontati, per poi rivenderli a loro volta ad altre aziende. Questo tipo di transazione è particolarmente utile per le imprese che necessitano di grandi quantità di prodotti per il loro business. Il vantaggio di questo modello è che le aziende possono ottenere prezzi migliori grazie all’acquisto di grandi quantità di prodotto.

Distributori

La vendita online tramite distributori si concentra sulla creazione di partnership commerciali con distributori esterni che vendono i prodotti dell’azienda sul proprio sito web. Questo modello è ideale per le aziende che non vogliono investire il tempo e le risorse necessarie per creare e gestire una piattaforma di ecommerce dedicata. Il vantaggio di questo modello è che le aziende possono concentrarsi sul loro core business e usufruire della vasta rete di distribuzione del partner.

Marketplace

Il marketplace B2B è un’alternativa alla vendita diretta. In questo modello, l’azienda diventa un venditore all’interno di un marketplace B2B e gestisce il proprio magazzino, la spedizione e la gestione dei resi. Il vantaggio di questo modello è che le aziende possono usufruire dell’infrastruttura già esistente del marketplace per promuovere i propri prodotti e raggiungere un vasto pubblico di acquirenti potenziali.

Piattaforme ecommerce B2B

Parlando di piattaforme per ecommerce B2B, la scelta può essere davvero ampia. Vediamo alcune delle possibili opzioni.

WooCommerce per WordPress

WooCommerce per WordPress è una delle piattaforme più utilizzate per la creazione di ecommerce B2B. Si tratta di una plugin per WordPress che, come primo grande vantaggio, offre la possibilità di integrare con semplicità un negozio online, un blog e un sito web aziendale. WooCommerce si integra perfettamente con il plugin Elementor ed Elementor Pro, ampiamente trattato in questo sito.

Piattaforme ecommerce B2B WooCommerce

Altri vantaggi di questa soluzione sono: 

  • Alto livello di personalizzazione.

WooCommerce permette la personalizzazione di ogni aspetto del proprio shop B2B. È possibile scegliere tra un’ampia gamma di template per ecommerce professionali, moderni e ricchi di funzionalità (qui trovi alcuni dei migliori temi per WordPress selezionati per te). 

  • Professionalità. 

WooCommerce permette di poter accedere e monitorare tutti gli aspetti che riguardano la gestione di un ecommerce. Esiste la possibilità, infatti, di monitorare i dati su ordini, consegne, eventuali sconti promozionali e molto altro.

  • SEO friendly. 

WooCommerce è una delle migliori piattaforme per chi, nel rispetto delle principali regole SEO, mira a posizionare il proprio sito al di sopra dei competitor nelle ricerche su Google. Le pagine, infatti, sono predisposte per favorire la corretta indicizzazione da parte dei motori di ricerca.

Altre piattaforme popolari

Magento: è stata una delle prime piattaforme ecommerce a essere diventata popolare, ed è ancora una delle più diffuse nel mercato B2B ma idonea a qualsiasi ecommerce.

BigCommerce B2B Edition: un’edizione dedicata all’ecommerce B2B, con una serie di funzionalità robuste per facilitare il processo di vendita. Le sue caratteristiche principali includono un supporto intuitivo per gli ordini ripetuti, funzionalità di prodotto personalizzate, gestione della fatturazione e una piattaforma di vendita all’ingrosso con prezzi esclusivi.

SAP Hybris: SAP Hybris è una piattaforma di eCommerce B2B leader nel settore, con un’attenzione particolare alle esigenze delle grandi aziende. Le sue funzionalità di base comprendono l’integrazione con i sistemi back-end, gestione delle analisi dei dati in tempo reale e una piattaforma di personalizzazione dei prodotti abbinata a uno strumento di prezzo dinamico.

OroCommerce: progettato specificamente per il B2B, offre una serie di funzionalità di livello enterprise, come la gestione degli account dei clienti, la creazione di preventivi, la gestione del catalogo di prodotti, e-commerce e la gestione degli ordini personalizzati. Un’altra funzionalità interessante di OroCommerce è la sua integrazione con programmi per la gestione delle relazioni con i clienti, il che lo rende un’opzione ideale per le grandi aziende che devono coordinare la vendita, la fatturazione e il servizio clienti.

Shopify Plus: Shopify Plus è una piattaforma di e-commerce che si rivolge agli esigenze del business di ogni dimensione con una serie di strumenti di personalizzazione, gestione degli inventari, della fatturazione e supporto ai clienti. Una funzionalità che emerge dalla media richiede la gestione dei mercati di pagamento multi-valuta.

Conclusioni

In sintesi, l’ecommerce B2B è un modello di business che offre notevoli vantaggi alle aziende. Grazie a questa modalità, le società possono semplificare il processo di acquisto e vendita, coordinarsi meglio con i propri fornitori/acquirenti, trovare nuovi prodotti e servizi e personalizzare la propria esperienza d’acquisto.

Se sei alla ricerca di nuove opportunità di business, l’ecommerce B2B potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo!

CONDIVIDI POST
Advertisement